Scopri COSA FACCIAMO

Collabora con noi

Diritti fondamentali

Diritti e rovesci...

La progressiva evoluzione storica, giuridica e razionale dei diritti ha contribuito ad una crescente consapevolezza delle differenti dimensioni dell’esperienza umana (istintuale, emozionale, razionale, morale, giuridica e sociale).

Il rispetto dei diritti civili e politici – centrati sulla persona – quali il diritto alla vita, alla libertà di pensiero, di espressione e di informazione, creano condizioni favorevoli a garantire il pieno sviluppo di ciascun individuo, inteso come capacità di cogliere le opportunità che la vita offre a ciascun individuo i cui diritti civili e politici siano garantiti dalle istituzioni e dagli assetti sociali dello Stato in cui vive.

I diritti sociali (detti anche "diritti del benessere") – quali la protezione della salute, il diritto alla sicurezza (e all’assistenza) sociale e al lavoro, il diritto all'istruzione e al benessere dei bambini e la parità tra uomini e donne, sono centrati sull’organizzazione sociale e dunque sull'instaurarsi di un adeguato sistema di relazioni sociali nell'ambito della comunità nazionale in cui l'individuo si trova a vivere.

I diritti della solidarietà proclamati nella Carta dei Diritti dell'Unione Europea - quali il diritto alla pace, il diritto allo sviluppo, il diritto al miglioramento della qualità dell'ambiente - riconoscono la centralità delle relazioni tra i popoli e la loro reciproca interdipendenza.

Tali diritti non sono più un affare di politica interna di ciascuno Stato, ma costituiscono il patrimonio comune di tutta l'umanità che va rispettato e difeso.

Per informazioni:
Tel: + 39 06 93563790
Mail: info@newlifeforchildren.org

Diritti dell'infanzia

L'infanzia ha la sua Convenzione...

Affinché si possa realizzare nel prossimo futuro un ambiente favorevole alla tutela dei diritti civili, politici, sociali e della solidarietà, è necessario che ciascun bambino sia messo nelle condizioni di sviluppare appieno il proprio potenziale.

New Life for Children Onlus promuove in ogni suo progetto e campagna la Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, adottata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989.

La Convenzione riconosce, per la prima volta espressamente, che
anche i bambini, le bambine e gli adolescenti sono titolari di diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici, che devono essere promossi e tutelati da parte di tutti.

Dal 1989 ad oggi tutti i Paesi del mondo, tranne Stati Uniti e Somalia, si sono impegnati a rispettare e a far rispettare sul proprio territorio i principi generali e i diritti fondamentali in essa contenuti.
L'Italia l'ha ratificata con Legge n. 176 del 27 maggio 1991.

Nel 2002 sono entrati in vigore anche i due Protocolli Opzionali alla CRC, approvati dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 25 maggio del 2000: