Scopri il nostro mondo

Collabora con noi

Povertà in Italia

Secondo gli ultimi dati Ocse (2015) sul benessere economico delle famiglie, in Italia la povertà infantile ha raggiunto il 17%, contro la media del 13% dei 34 paesi europei presi in considerazione.

Sono poveri circa l’88% dei bambini che vivono con un solo genitore disoccupato e il 79% di quelli che vivono con entrambi i genitori disoccupati. La mancanza di lavoro è quindi uno dei motivi principali per cui l’Italia si piazza al quattordicesimo posto della classifica in termini di reddito, molto al di sotto di paesi virtuosi come Danimarca, Finlandia, Norvegia e Austria, ma anche Francia e Germania.

I nostri antichi punti di forza non riescono più a funzionare, dice l’istituto, che avverte: lo sviluppo “si fa con energie, mobilitazioni, convergenze collettive”.

Agire subito per giovani, infanzia e famiglie

La ricerca dell'OCSE rivela che a fare la differenza sulle condizioni della famiglia italiana è l’occupazione femminile pari al 51%, ben al di sotto della media Ocse del 65%. In pratica per garantire uno standard di vita accettabile devono lavorare entrambi i genitori, ma qui in Italia spesso le donne devono scegliere obbligatoriamente: o il lavoro o i figli.

Ciò che è cambiato negli ultimi decenni sul benessere familiare è che un tempo a essere poveri erano i pensionati, oggi sono le famiglie con i figli.

Educare e sostenere

Sulla scia delle ricerche dell'OCSE e del CENSIS, New Life for Children ha deciso di operare su due linee principali:

  • Sostenere i bambini in difficoltà fornendo loro specifici percorsi educativi e sportivi
  • Sostenere le fasce più deboli della popolazione con attività ricreative a favore delle famiglie indigenti

Gli interventi si propongono di orientare i bambini ed i ragazzi a vivere con consapevolezza le tappe che caratterizzano le diverse fasi dello sviluppo, come ad esempio la scoperta della forza fisica e della vita emotiva, l’ingresso nel mondo dei pari (dei loro coetanei) e in generale, delle relazioni extra-familiari, il confronto con il limite e la norma.

Il coinvolgimento della propria dimensione corporea, intellettuale ed emotiva consente a ciascun bambino coinvolto di sperimentare alcune sfide imprescindibili della propria esistenza: incrementare la propria sensibilità, il proprio amore per la conoscenza, fare esperienza di apprendimenti interdisciplinari (specialmente quelli musicali, artistici e sportivi).

Per informazioni:
Tel: + 39 06 93563790
Mail: info@newlifeforchildren.org