Scopri COSA FACCIAMO

Collabora con noi

I dati sulla salute:
intervenire è necessario 

Malattie endemiche e mortalità infantile.

I nostri interventi sanitari nascono per salvare migliaia di bambini dalle conseguenze di malnutrizione, malattie endemiche e semplici ferite.

Per milioni di bambini in Congo, India e Amazzonia la situazione è tale da rendere mortali anche piccole ferite, escoriazioni, disturbi intestinali e febbri.

Ogni giorno nel mondo 19.000 bambini sotto i 5 anni muoiono per cause prevenibili e malattie facilmente curabili: complicazioni neonatali (36%); polmonite e malattie respiratorie acute (18%); diarrea (11%); malaria (7%, il 16% dei quali solo in Africa subsahariana); morbillo (1%); AIDS (2%); meningite (2%); incidenti e ferite (5%). La tubercolosi merita un contributo a parte visto che ci sono 9,8 milioni di nuovi malati nel mondo ogni anno.

E' necessario intervenire.

Periferie urbane, bidonville e favelas, comunità fluviali e villaggi isolati, questi sono i nostri contesti quotidiani. Sono migliaia i bambini in condizioni di estrema povertà, provenienti da situazioni di grave degrado, che riescono a frequentare le nostre scuole trovando in esse rifugio.

Particolarmente complessa è poi la gestione delle malattie endemiche come il colera, il dengue e la febbre gialla.

Per informazioni:
Tel: + 39 06 93563790
Mail: info@newlifeforchildren.org 

I presidi 
per l'assistenza sanitaria

A sostegno dell'infanzia e delle donne

Quando si vedono così tanti bambini soffrire, è difficile comprendere il perché di questa situazione.

Due sono le problematiche:

  • Più il paese è povero più le cure costano
  • Le famiglie che incontriamo vivono con meno di 1 dollaro al mese

Subito abbiamo sentito l'esigenza di realizzare un presidio sanitario in ogni nostro progetto. Medicinali di base e diagnosi tempestive possono salvare la vita a migliaia di bambini.

I presidi sanitari che abbiamo attivato operano anche per migliorare le condizioni della gravidanza, così in molti nostri progetti la mortalità infantile è scesa drasticamente allo 0%.

Ma è necessario lavorare anche sull'educazione igienico-sanitaria, così abbiamo creato i "promotori di salute", volontari locali che, una volta formati, sensibilizzano la popolazione alle buone prassi igieniche. Queste azioni sono supportate dalla creazione di adeguati servizi igienici e pozzi di acqua potabile.

E' necessario reperire continuamente fondi per acquistare aspirine, antibiotici, vetrini e reagenti di buona qualità (per individuare velocemente la presenza di malattie coma la malaria). Servono sempre grandi quantitativi di garze e medicinali di base, nonchè il carburante necessario per il loro trasporto fluviale (come nel caso dell'Amazzonia) o via terra (come in India).