Scopri Chi Siamo

Chi siamo

Missioni estere e priorità

New Life for Children svolge missioni estere temporanee (durata che può andare da pochi giorni ad alcune settimane) con le funzioni di:

  • Analisi di fattibilità
  • Monitoraggio
  • Formazione

Lo svolgimento dei progetti in loco è affidato esclusivamente a personale locale. Durante le missioni estere la tutela del personale espatriato ha la priorità su ogni altra attività.

Prevenzione

Per quanto sia complesso e difficile fornire indicazioni inerenti ai numerosi contesti in cui opera New Life for Children, l’organizzazione ha ritenuto di dover assegnare ai propri operatori precise indicazioni di comportamento di ordine preventivo e per la gestione di eventuali criticità ed emergenze.

Mettendo a frutto e sintetizzando la nostra esperienza decennale, l’organizzazione ha pubblicato una guida per le attività all’estero (riportata alla fine del presente testo) che contiene le procedure per la sicurezza personale e sanitaria messe in campo durante le missioni internazionali.

Partendo dal fatto che statisticamente, ed ovunque, la maggior parte dei reati a danno di operatori - temporaneamente o stabilmente espatriati - avviene a seguito di un’attività di sorveglianza finalizzata a scegliere la vittima più vulnerabile, il nostro lavoro consiste nel prevenire e non alimentare il livello di esposizione alla potenziale minaccia, come prima cosa (per esempio è consigliato non esporre oggetti di valore ed è preferibile usare un abbigliamento non troppo vistoso, utilizzare determinati messi di trasporto piuttosto che altri, etc… ).

Monitoraggio e Assessment

Gli operatori incaricati per le missioni estere sono sottoposti a monitoraggio e formazione nella modalità one-to-one. La missione viene annullata in caso di presenza di particolari condizioni critiche sul territorio di riferimento (crisi politche, sommosse sociali, etc.), o per la mancanza dei criteri di sicurezza minimi da noi stabiliti (mancanza di collegamenti sicuri tra due destinazioni, indisponibilità dei referenti locali, etc.).

Ogni missione viene autorizzata solamente in seguito ad un Desk Assessment, ovvero una ricerca ad ampio spettro che coinvolge il servizio dell’Unità di Crisi della Farnesina, la nostra rete territoriale (partner, istituzioni e colleghi presenti sul campo) ed - in determinati casi - prevede il contatto diretto preliminare ed in loco con le Ambasciate italiane di riferimento.

L'assessment deve poter raccogliere dati su:

  • Situazione politica (governi autoritari o democratici, democrazia reale o fittizia, prossimi eventi politici significativi);
  • Affidabilità generale di autorità, ospedali, forze di sicurezza, trasporti pubblici, in termini di corruzione, violenza, competenza e capacità;
  • Geografia e condizioni climatiche (per il vestiario e le necessità relative);
  • Lingue, usi, costumi, religioni (per sapere cosa si può fare e cosa non si può);
  • Copertura telefonica, voltaggio e tipo di prese, valuta ufficiale e tasso di cambio;
  • Livello di accettazione e/o rispetto della propria attività lavorativa, razza, religione, sesso e orientamento sessuale.

Per procedura ogni missione viene comunicata al Ministero degli Affari Esteri (Farnesina) attraverso il sistema di tracciabilità del Ministero (sezione attività umanitarie e di cooperazione). Per i Paesi particolarmente a rischio vengono attivati i contatti con l’Ambasciata italiana in loco o con il consolato di riferimento, mettendo in campo, in alcuni casi, anche procedure di tracciamento e feedback.

Condizioni di sicurezza

Ogni missione ha un periodo di preparazione di almeno tre mesi, non prevede la presenza di volontari e viene autorizzata solo in presenza delle necessarie condizioni di sicurezza, tra cui:

  • Definizione dei riferimenti territoriali, coordinatore locale New Life e di altri espatriati italiani sul territorio;
  • Definizione dei mezzi di comunicazione e delle cadenze di aggiornamento con la sede italiana;
  • Definizione di ogni spostamento e dei relativi accompagnatori;
  • Definizione dei luoghi di residenza;
  • Definizione delle attività di ogni giornata e degli attori coinvolti;
  • Definizione di adeguati momenti di riposo o di ripresa.

Infine ogni operatore in trasferta gode di una coerente copertura assicurativa che comprende: polizza vita, malattia, infortunio, responsabilità civile, emergenza sanitaria e rimpatrio.

Lo staff impiegato per le missioni estere è coinvolto nell’analisi dei rischi di una data missione (fossero anche solamente quelli relativi ad una corretta alimentazione o all’esposizione a temperature elevate) e può avvalersi del diritto al ritiro in ogni momento.

La tutela del personale temporaneamente espatriato ha la priorità in relazione alla realizzazione di un qualsiasi progetto in loco.

Informativa sicurezza sanitaria (ultimo agg. 19/03/2019)
Informativa sicurezza personale (ultimo agg. 20/05/2019)

Per informazioni:
Tel: + 39 06 93563790
Mail: info@newlifeforchildren.org